intervista a giorgio disaro - fotografia wildlife

La fotografia wildlife spiegata da Giorgio Disaro [Intervista]

Vuoi saperne di più sulla fotografia Wildlife?

In questa intervista esclusiva per Diventare Fotografo d’Avventura ti presentiamo Giorgio Disaro, un appassionato fotografo Wildlife.

Giorgio con le sue belle foto all’aria aperta ci racconterà della sua più grande passione per fare foto naturalistiche, sia che si tratti di animali nel loro habitat naturale che di natura e paesaggi in generale.

Buona lettura!


Ciao Giorgio, presentati ai nostri lettori

giorgio disaro ritrattoSono nato il 4 agosto 1964 a Dolo in provincia di Venezia dove vivo e lavoro.

La mia grande passione per la fotografia è nata circa all’età di 25 anni, quando ho cominciato a viaggiare in giro per il mondo e a scattare belle foto di reportage.

Col tempo, qualche anno dopo, ho collegato la fotografia alla mia più grande passione: la fauna e la natura in generale, una passione tramandatami dal nonno paterno e che ho fin da quando ero bambino, essendo nato in campagna.

Ho iniziato quindi a frequentare varie oasi e boschi nelle zone limitrofe al mio paese, ma col passare del tempo sentivo sempre più forte il bisogno di andare a vedere con i miei occhi, fotografare tutti quegli animali che nei documentari o nei libri illustrati mi tenevano inchiodato con sguardo sognante.

Scattare foto naturalistiche è il tuo lavoro o una grande passione?

La fotografia naturalistica non è il mio lavoro ma una grande passione che mi appaga molto e alla quale, ogni volta che posso, cerco di dedicare più tempo possibile.

fotografia wildlife di due leonesse
Fotografia di due leonesse, South Luangwa N.P. (Zambia)

Quale genere prediligi nella fotografia naturalistica, e perché?

Il genere di fotografia naturalistica che prediligo è quella che viene definita “wildlife photography”, cioè la fotografia della vita selvaggia degli animali in libertà, ma amo molto anche la fotografia di paesaggio.

Utilizzi tecniche di scatto particolari per ottenere belle fotografie wildlife?

Non utilizzo nessuna tecnica di scatto particolare, non amo costruire set fotografici ma preferisco cogliere la bellezza dei miei soggetti semplicemente inquadrandoli nel mirino della reflex; per questo motivo non utilizzo nemmeno foto-trappole o altri dispositivi, anche se mi rendo conto che alcune fotografie naturalistiche di soggetti molto difficili o rari richiedono tecniche fotografiche di questo tipo.

foto wildlife di un babbuino giallo
Foto di un babbuino giallo (yellow baboon), South Luangwa

Ti sposti molto per realizzare i tuoi servizi fotografici? In quali luoghi sei stato?

I miei spostamenti sono legati ai soggetti che desidero fotografare e per questo, se necessario, vado a cercarli in ogni parte del mondo; mi sono ritrovato quindi a fotografare in posti bellissimi come i parchi dell’Africa, l’Australia, il Nord Europa, l’India, il Pantanal in Brasile fino all’estremo oriente Russo in Kamchatka, tanto per fare alcuni esempi.

Che tipo di attrezzatura fotografica utilizzi?

Il mio corredo è composto da due corpi macchina reflex e obiettivi con lunghezza focale a partire dall’obiettivo 16-35mm, il 70-200mm il 300mm ottica fissa fino al 500 mm fisso, ai quali, al bisogno, aggiungo dei moltiplicatori di focale 1,4x e 2,0x; tutto il materiale è di qualità professionale Canon.

Qual è stato il tuo miglior reportage fotografico, e perché?

Sono legato molto ad ogni viaggio che ho fatto, ma se devo dare una preferenza direi che il viaggio fotografico nell’estremo oriente siberiano in Kamchatka è quello che mi ha dato maggiori soddisfazioni per il fatto che l’ambiente dove sono stato a fotografare gli orsi grizzly è, secondo me, tra i più selvaggi ed affascinati del mondo.

Fotografia naturalistica di un Orso grizzly, Kamchatka
Foto di un Orso grizzly, Kamchatka

Qualche consiglio per chi si avvicina o vuole migliorare nel fare fotografie naturalistiche e d’avventura?

La fotografia naturalistica è un genere molto difficile e dispendioso in termini economici a causa soprattutto dell’elevato costo dell’attrezzatura fotografica necessaria per praticarla.

Detto questo direi che ci vuole una grande passione per gli animali e per la natura in generale; per migliorare ed ottenere ottimi risultati è fondamentale la conoscenza dei soggetti e delle loro abitudini.

Consiglio quindi di iniziare con il documentarsi al meglio prima di partire per ogni avventura fotografica e magari affidarsi alla guida di persone e fotografi esperti che sicuramente sapranno dare l’approccio giusto per portare a casa i risultati desiderati.

Foto di un leopardo in natura, South Luangwa
Foto di un leopardo, South Luangwa

Quale credi debba essere l’atteggiamento più corretto per avvicinarsi alla fotografia naturalistica?

Senza ombra di dubbio l’atteggiamento più corretto è avere il massimo rispetto per la natura e gli animali in generale e ricordarsi sempre che non abbiamo nessun diritto di rovinare l’ambiente o arrecare danno ai nostri soggetti per la soddisfazione di ottenere una buona fotografia.

Cosa ne pensi del sito web Diventare Fotografo d’Avventura?

Ho visto i contenuti del sito internet e mi sembra molto bello e ben fatto; ho trovato molti articoli di fotografia interessanti e ricchi di consigli e credo che lo visiterò molto spesso e volentieri.

Dove possiamo trovarti online?

Non curo un sito personale ma pubblico le mie foto su una pagina Facebook: Giorgio Disaro Photography.

Foto di un caimano, Pantanal- Brasile
Foto di un caimano, Pantanal- Brasile

* Tutte le fotografie naturalistiche di wildlife presenti in questa intervista sono Copyright di Giorgio Disaro


Qui finisce l’intervista a Giorgio Disaro, che ci ha parlato dei suoi reportage fotografici all’avventura e mostrato le sue migliori fotografie wildlife.

Se anche tu vuoi sapere come diventare un fotografo wildlife, ti consigliamo di leggere questi libri sulla fotografia di animali e di natura selvaggia:

Fotografare gli animali da semplici istantanee a grandi scatti
Di Laurie Excell
Prezzo: EUR 17,85
Risparmi: EUR 3,15 (15 %)
3 Nuovi da EUR 17,851 Usati da EUR 14,50
Fotografare animali e natura - Copertina flessibile (288 pages)
Di Chris Weston
Prezzo: EUR 16,92
Risparmi: EUR 2,98 (15 %)
6 Nuovi da EUR 16,920 Usati

In conclusione, cosa ne pensi della fotografia wildlife e delle foto naturalistiche in generale? Vuoi condividere con noi qualche tuo scatto?

Facci sapere la tua opinione lasciando un commento qui sotto!

La fotografia wildlife spiegata da Giorgio Disaro [Intervista] was last modified: maggio 27th, 2016 by Mary Di Mauro

3 pensieri su “La fotografia wildlife spiegata da Giorgio Disaro [Intervista]

    1. Ciao Felice,
      le foto trappole, chiamate anche trappole fotografiche oppure, impropriamente, macchine fotografiche da caccia (fotografica), sono dei dispositivi di ripresa che consentono di scattare fotografie senza essere fisicamente presenti sul posto al momento dello scatto.

      Usualmente le fototrappole vengono usate per fotografare animali selvatici di cui difficilmente si riuscirebbero ad ottenere buone immagini (ne sono degli ottimi esempi molte delle fotografie wildlife scattate dai Grandi Reporter del National Geographic).

      Le foto trappole (in inglese scouting cameras o anche stealth cameras, ossia fotocamere invisibili o per esplorazione) sono caratterizzate da un robusto rivestimento mimetico e impermeabile, che le rende adatte a rimanere funzionanti in ambienti esterni – e a scattare fotografie in condizioni atmosferiche imprevedibili – anche per molto tempo, limitando al contempo la possibilità di essere viste dalla fauna che si vuole fotografare.

  1. Complimenti a Giorgio Disaro per le belle fotografie wildlife.
    La mia preferita è quella del caimano, semplicemente fantastica!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *